229

Bewrited

bewritedlogoallura

Bewrited


facebook
twitter
instagram

Consulta la Coockie Policy  e la Privacy Policy

© 2017 - 2019 by Annalisa Rizzi

ocean-36055471920

Blog

Deliri letterari e altre amenità

05/05/2019, 19:32



Joe-Hill-mi-ha-rovinata


 In genere per gli autori blasonati non scrivo post. Un po’ perché immagino che il mio parere ben difficilmente li raggiunga (e gli importi) e un po’ perché hanno talmente tanto successo che di sicuro gli articoli su di loro pioveranno da ogni dove



In genere per gli autori blasonati non scrivo post. Un po’ perché immagino che il mio parere ben difficilmente li raggiunga (e gli importi) e un po’ perché hanno talmente tanto successo che di sicuro gli articoli su di loro pioveranno da ogni dove.
Però questo lo voglio scrivere: il fatto è che Joe Hill è stato la mia personale scoperta del 2019. Quella che ha cambiato il mondo delle mie letture.

Non ho mai fatto mistero del fatto che io fossi innamorata persa della fantasia di Stephen King. Ho letto e riletto praticamente ogni cosa che lui abbia mai scritto. Sono talmente fissata che gli amici mi prendono in giro. E credevo veramente che questa mia Ossessione (ah-ah! Chi l’ha capita mi faccia un cenno) fosse destinata a durare per sempre.
Insomma, ero certa che nessuno avrebbe mai scalzato il Re dal trono che gli avevo costruito nella mia libreria.

Certezza che è durata finché non mi sono imbattuta ne La scatola a forma di cuore, scritto da questo tizio di cui, sinceramente, non avevo mai sentito parlare.
Beh, il suddetto tizio... magia delle magie, pare sia il figlio dello zio Steve. Solo che, a ’sto qui, non gli andava mica di farsi conoscere grazie a un cognome così impegnativo... e quindi ha cominciato a mandare in giro roba sua, tra cui una serie di fumetti (che io non ho ancora letto, ma mai dire mai) senza precisare le sue origini paterne.

Avrà fatto bene? Beh, adesso Hill è uno scrittore da best seller che si è fatto conoscere grazie alla sua bravura. Uno per cui Hollywood si prenota ancora prima che le opere escano in libreria. Quindi sì, ha fatto bene: troppo facile pensare che fosse bravo solo perché è un King.

Hill, com’era inevitabile, subisce un po’ l’influenza paterna, ma è ben lungi da essere il suo clone. Diciamo che, da bravo figlio, è la sua evoluzione. Degli scritti paterni, a me ricorda più che altro i libri firmati come Richard Bachman: quelli più crudi e diretti. Quelli che colpiscono duro.

Prendete La Vendetta del Diavolo, ad esempio: una roba bellissima. Un romanzo che fai fatica a mettere giù, nonostante la storia parta in una maniera un po’... ingenua? Beh, tipo una favola per bambini o una barzelletta, con quest’individuo che un bel giorno si sveglia con un paio di corna che gli spuntano dal cranio. La Vendetta del Diavolo, però, non è una barzelletta e neppure una favola. O, almeno, non del tipo che dareste da leggere a un bambino.

Dopo questi due libri, mi sono fiondata su NOS4A2 - Ritorno a Christmasland e su Ghost. Belli entrambi. Bello il romanzo, belli i racconti. Ma ieri ho terminato di leggere The Fireman (che solo in Italia, non si sa per quale motivo, è suddiviso in due volumi. Lo hanno reso una DILOGIA - sì! Si dice DILOGIA, dannazione. La parola DUOLOGIA NON ESISTE) e mi sento irrequieta.
Un po’ orfana, ecco. Nonostante più di qualcuno mi avesse detto che The Fireman era il più deludente, a me è piaciuto tanto. Troppo.

Mi serve una pausa lettura per disintossicarmi e forse farò ritorno alle origini rimettendomi nelle mani di King senior: ho Elevation che mi aspetta sul comodino, ma temo che non sia la stessa cosa (oh accidenti! Io che comincio controvoglia un libro dello zio Steve, macirendiamoconto).
Il 28 maggio pare che esca il nuovo di Hill: Strani tempi.
E oggi è solo 5.
Cioè, altri V E N T I T R É giorni. Sarà un’agonia.

E niente, Joe Hill mi ha rovinata. Adesso capite il perché?


1

Categorie

Cerca nel blog

Ultimi dieci post

Note a margine

Bewrited non chiede alcun compenso per per i propri servizi, ma si sostiene partecipando al programma di affiliazione Amazon.

Acquistando i tuoi libri tramite il link in calce ai singoli post mi aiuterai, senza alcun costo aggiuntivo, a offrire visibilità agli autori esordienti ed emergenti italiani.

Archivio

Create a website