229

Bewrited

bewritedlogoallura

Bewrited


facebook
twitter
instagram

Consulta la Coockie Policy  e la Privacy Policy

© 2017 - 2019 by Annalisa Rizzi

ocean-36055471920

Deliri letterari e altre amenità

Il blogsalotto di Annalisa Rizzi

06/05/2019, 09:30



Blog-tour:-"Le-Ossa-dei-Morti"-di-Miriam-Palombi-(Dark-Zone)


 Terzo appuntamento odierno con i nostri amici di Dark Zone! Ora è il turno di Miriam Palombi, che ci parlerà a proposito dei personaggi di "Le Ossa dei Morti", la sua ultima opera.Partiamo!



Terzo appuntamento odierno con i nostri amici di Dark Zone! Ora è il turno di Miriam Palombi, che ci parlerà a proposito dei personaggi di "Le Ossa dei Morti", la sua ultima opera.
Partiamo!

Come scegli i protagonisti dei tuoi romanzi? Quanto di te c’è in loro?
I protagonisti dei miei libri sono spesso dei carnefici spietati e le loro vittime, spesso predestinate, sono creature deboli e sole. Cosa c’è di me? Non saprei, forse l’angoscia di un periodo complicato, ma lascio che sia il lettore a intravedermi fare capolino fra le pagine.

Per costruirli preferisci ispirarti a persone reali, oppure li inventi di sana pianta?
Non c’è uno schema. Fisicamente cerco di immaginarli con alcune caratteristiche peculiari, tic, difetti somatici ecc. ...tutto il resto si crea in divenire.

L’antagonista: che qualità deve necessariamente avere il "cattivo di turno" affinché sia davvero tridimensionale?
Ne "Le Ossa dei Morti" ci sono creature che hanno sofferto in vita e che continuano a far soffrire nella morte, perseverando in questo circolo vizioso. Nei miei libri il Bene e il Male non sono poi così distanti tra loro, è solo una questione di scelte, e i miei personaggi sono di continuo messi dinanzi a un bivio.

Nel tuo libro c’è un personaggio che preferisci? Hai un aneddoto da raccontarci sul suo conto?
Credo che nell’opera di ogni autore ci sia un personaggio che rappresenti il nostro "Io" narrante, in questo caso si tratta di una piccola ma fondamentale "comparsa"; un vecchio ricercatore, studioso di simbologia.

Nel romanzo c’è una frase o un piccolo passo che possa riassumere l’essenza di questo personaggio in particolare? 
Il Male non si consuma. Il Male si conserva e si tramanda, proprio come le ossa dei morti.

Grazie a Miriam per lo spazio che ci ha dedicato! E voi, avete letto "Le Ossa dei Morti"? Vi va di farci sapere cosa ne pensate?



1

Categorie

Cerca nel blog

Ultimi dieci post

Note a margine

Bewrited non chiede alcun compenso per per i propri servizi, ma si sostiene partecipando al programma di affiliazione Amazon.

Acquistando i tuoi libri tramite il link in calce ai singoli post mi aiuterai, senza alcun costo aggiuntivo, a offrire visibilità agli autori esordienti ed emergenti italiani.

Archivio

Create a website