229

Bewrited

bewritedlogoallura

Bewrited


facebook
twitter
instagram

Consulta la Coockie Policy  e la Privacy Policy

© 2017 - 2019 by Annalisa Rizzi

ocean-36055471920

Blog

Deliri letterari e altre amenità

14/09/2019, 15:47

storico, horror



Presentazione:-"Assedio"-di-Alex-Montagono-e-Daniela-Barisone-(Collana-Io-Me-Lo-Leggo)


 L’estate è ormai agli sgoccioli, le ferie finiscono, le scuole ricominciano... e torna Bewrited, forte di una nuova entusiasmante collaborazione letteraria!



L’estate è ormai agli sgoccioli, le ferie finiscono, le scuole ricominciano... e torna Bewrited, forte di una nuova entusiasmante collaborazione letteraria!
Vi presento, infatti, la Collana Io Me Lo Leggo. Per l’occasione ho avuto il piacere di incontrare virtualmente Alex Montagono e Daniela Barisone, gli autori di "Assedio", in uscita lunedì 16 settembre. Pronti a conoscerli meglio?

Domanda essenziale ma d’obbligo: perché scrivere?
Alex: scrivo per passione, però più per me stesso che per far leggere. Ho iniziato perché mi piaceva inventare storie, trame e intrecci, amavo imitare gli autori di cui leggevo e così ho continuato fino a oggi.
Daniela: scrivo perché ho un sacco di storie in testa. Il modo di narrarle (libri, sceneggiature, etc) è irrilevante. Se ho un’idea devo metterla giù o mi tormenterà fino alla fine dei tempi.

Come costruisci la trama delle tue storie? Hai un metodo in particolare o ti lasci "trasportare" dagli eventi?
Alex: cerco di essere il più pragmatico possibile e costruisco una trama come si potrebbe costruire una casa: parto dalle fondamenta (un soggetto, idea) e ci costruisco attorno personaggi, situazioni, intrecci e ambientazioni sino a ottenere una storia coerente e precisa. Cerco di studiare tutto nei minimi particolari, ma alle volte non basta e la pura creatività sopperisce alla programmazione fissata.
Daniela: vado tantissimo a braccio. Penso per immagini specifiche di una situazione o un setting, poi da lì ci costruisco intorno e lavoro affinché sia coerente. Ho in generale una specie di linea guida "base": inizio - climax - fine in cui divido gli eventi. Raramente mi scrivo una trama, può darsi che scriva giusto un canovaccio se scrivo a quattro mani.

C’è un aneddoto legato ai tuoi libri che vorresti raccontarci?
Alex: nascondo ovunque, in ciò che scrivo, un sacco di scene che omaggiano o citano grandi opere, sperando sempre che qualcuno se ne accorga.
Daniela: Assedio è stata l’ultima cosa che ho scritto, nel 2013. Poi ho ripreso di botto quest’anno a scrivere.
Il mio pezzo preferito è il seguente e arriva da un racconto "La casa di mio padre" contenuto nel mio artbook "WEST": 
Più di una volta Joanna si era chiesta in che modo il villaggio si fosse guadagnato il rango di città, considerato il pugno di gracili casette di legno stupidamente raccolte attorno al Deposito, al saloon e alla sbilenca chiesetta, che si stentava a credere che una volta fosse stata bianca, corrosa com’era dalla sabbia del deserto.

Che tipo di autore/autrice vorresti diventare "da grande"?
Alex: sarò scontato, ma da amante della fantascienza classica e dell’horror mi piacerebbe un giorno contribuire attivamente a questi generi con le mie opere.
Daniela: Adoro scrivere storie M/M e vorrei contribuire al genere in modo significativo sia in termini di narrativa che di fumetto. 

Le tue letture: quali sono gli autori che apprezzi di più? C’è un libro, fra tutti, che ci consiglieresti?
Alex: Tolkien è stato l’autore che mi ha introdotto definitivamente al fantasy e alla lettura in genere, ma amerò sempre Bradbury, Asimov, Heinlein e Clarke. 
Daniela: Ho due libri preferiti e sono "Il nome della rosa" di Umberto Eco e "Jane Eyre" di Charlotte Bronte. Ma se dovessi consigliare degli autori, lo farei con i fumetti: Garth Ennis (Preacher, The Boys, Crossed) e Ed Brubaker (Sleepers, Criminals, Fade Out).

Grazie per lo spazio che ci hai concesso. Ti va di lasciare un saluto personale ai lettori?
Alex: Un saluto a tutti e spero vi piacerà la nostra opera!
Daniela: Un caro saluto a tutti e fateci sapere cosa pensate di Assedio!

Il libro
Londra, 1897. I morti si risvegliano dalle loro tombe, assalendo chiunque capiti loro a tiro e cibandosi di carne umana. In questo quadro di terrore, Sherlock Holmes e il dottor John Watson si ritrovano asserragliati nella Torre di Londra insieme alle loro nemesi: James Moriarty e Sebastian Moran. A far loro compagnia il fratello del celebre investigatore, Mycroft Holmes e William Bell, il biologo che sta cercando di scoprire di più su quanto accaduto.
Uniti nel comune intento di portare a casa la pelle sana e salva, i quattro difendono la Torre con ogni mezzo, ma i morti viventi non sono ciondolanti esseri senza cervello e riescono a sfondare le loro difese. 

Estratto
«Oh dannazione!» sbottò Watson, abbandonando il diario. Accartocciò la pagina e la gettò oltre le mura, diretta verso una calca di creature rantolanti e putrefatte. «Già è complicato mantenere un barlume di sanità mentale in queste condizioni, figuriamoci con lei che spara ogni minuto!» 
Sebastian Moran voltò appena la testa, scaricando un bossolo vuoto dal Lee-Enfield modificato e incamerando un altro colpo. «Watson mi chiedo seriamente come lei abbia potuto affrontare la guerra se detesta così tanto i proiettili. Siamo qui per pattugliare le mura, non per scrivere il suo dannato diario».

Gli autori
Daniela Barisone,classe 1986, Milano.Misono diplomata in Fumetto e Colorazione digitale presso la ScuolaInternazionale di Comics di Torino.Holavorato come editor e copertinista presso Lite Editions (Milano), La MelaAvvelenata (Milano), Delos Book (Milano) e Dreamspinner Press (Texas), comecolorista presso Cimaza (Belgio).Attualmentelavoro come colorista presso Samsara (Italia), Manfont (italia) e Stirpe diPesce (Italia).Nel2017 fondo, insieme a Lucrezia Galliero e Beatrice Sammaritani, il CollettivoLAMIA, dedicato alla produzione indipendente di fumetti e arbook in stileeuropeo.Unavolta ero un’accanita lettrice di libri, che per motivi personali ora minauseano (ma che continuo a leggere), in compenso sono diventata unavideogiocatrice provetta: so tutto di Overwatch e Destiny. 
Alex Montagono nasce trent’anni fa nella provinciatorinese, abbracciato e protetto dalle colline del Canavese. La passione per la lettura arriva dallafamiglia sin da piccolo, quando passava dai libri per bambini a quelli deifratelli più grandi, classici di Clive Cussler, King e Ken Follet. Solo annipiù tardi, quando alle elementari inizierà a spaziare nel fantasy con lo Hobbitprima e il Signore degli Anelli poi, inizierà a scoprire i generi che loformeranno. Arriva alla scrittura durante le superiori, quando il periodo delleletture fantascientifiche lo spingerà a cercare di produrre qualcosa di suo. Daallora la scrittura lo accompagna sempre: novelle, fan fiction e raccontibrevi, sino ad Assedio, il primo vero romanzo pubblicato.



1

Categorie

Cerca nel blog

Ultimi dieci post

Note a margine

Bewrited non chiede alcun compenso per per i propri servizi, ma si sostiene partecipando al programma di affiliazione Amazon.

Acquistando i tuoi libri tramite il link in calce ai singoli post mi aiuterai, senza alcun costo aggiuntivo, a offrire visibilità agli autori esordienti ed emergenti italiani.

Archivio

Create a website